"Il sistema nervoso centrale non sa nulla di muscoli e di biomeccanica: lui conosce solo i movimenti".

Con questa citazione John Hughing Jackson fu il primo neuroscienziato di fama internazionale a parlare del carattere funzionale del movimento umano, affermando che il muscolo è contingente al movimento ma non necessario a carattere radicale; ciò significa che pur essendo il movimento stesso il fattore principale per l'attività motoria, il suo insegnamento deve essere indirizzato a ciò che ne consente la realizzazione: il sistema nervoso centrale. Si intende quindi una molteplicità di istruzioni a livello cerebrale che possano essere in seguito tradotte in movimento.

Basato su questa teoria scientifica, il nostro metodo passa dallo studio del movimento umano per proporre una metodologia di allenamento alle diverse discipline sportive e attività motorie, che, imprescindibilmente, è aperto al continuo apprendimento di tutto ciò che possa arricchire le nostre competenze.

A partire dalla concezione delle arte marziali orientali, intesa come studio dei movimenti naturali volti al combattimento, dallo studio del fenotipo umano, dalle neuroscienze cognitive, dalla neuroanatomia, neuropsicologia e fisiologia, ma soprattutto dalla nostra esperienza e pratica del movimento, si presenta quello che per noi costituisce l'evoluzione dell'allenamento, la cui ricerca non è altro che il miglioramento della prestazione, l'ampliamento della plasticità cerebrale e il cambiamento di sistemi di pensiero che consideriamo nocivi. Tutto ciò è indirizzato a fornire agli allievi la consapevolezza e la coscienza dell'atto motorio e di tutto quello che ne influisce, a livello cerebrale e psicologico, la loro realizzazione.

Nel nostro presente abbiamo la fortuna di partecipare attivamente ad una rivoluzione nello studio del cervello umano abbinato al movimento, del tutto inattesa fino a venti anni fa. Ad oggi questa rivoluzione sta rompendo gli antichi paradigmi non solo per quanto riguarda l'allenamento ma anche in ambito riabilitativo, psicologico, medico e filosofico. È importante cavalcare queste nuove onde per una continua e sorprendente scoperta dei benefici del movimento umano.



























LETTERATURA

È risaputo che gli esseri umani non si sono evoluti con la capacità di fare sport; non esiste, pertanto, una genetica predisposta per una determinata attività sportiva, in quanto lo sport stesso è stato sviluppato in funzione del movimento umano, e non viceversa.

Prendiamo in esame una situazione usuale: Giovanni è un calciatore amatoriale di 25 anni nato nel 1993, talentuoso e promettente, al quale si recrimina il fatto che le sue doti siano dovute alla genetica della sua famiglia di calciatori da parecchie generazioni a questa parte.

Ora, considerando che le generazioni vanno di 25 in 25 anni, e che il calcio giocato con il regolamento ad oggi conosciuto è stato fondato nel 1866 ("The Football Association"), risulta difficile pensare che un ipotetico "pluri bis-nonno" di Giovanni nato nel 1843 possa aver contribuito a trasmettergli dei geni da calciatore, in quanto il calcio, in quell'epoca, non era ancora nato.

In sostanza Giovanni NON è nato per giocare a calcio, come nessuno dei suoi parenti, ma neanche Luca è nato per giocare a tennis e Marco per il basket; è proprio lo scopo della cultura sportiva neutralizzare queste menzogne ormai fondate, che si rivelano essere nocive in quanto costituiscono pressioni assurde nei confronti dei giovani atleti.(leggi il seguito)


























CHI SIAMO





Giacomo Pezzo

Nato a Verona, si avvicina all'attività sportiva già dalla prima infanzia. Il nuoto e, successivamente, il ciclismo fuori strada lo accompagnano fino all'adolescenza, quando conosce il Kendo, disciplina marziale che si identifica come la scherma tradizionale giapponese.

Intraprende una carriera agonistica con la nazionale italiana che lo porta a raggiungere risultati importanti, tra cui spiccano un bronzo e un oro europeo. Conduce inoltre delle esperienze di allenamento presso l'Osaka University of Health and Sport Sciences, in Giappone.

Laureato in Scienze delle Attività Motorie presso l'Università di Brescia, matura esperienze lavorative in ambito fitness, scolastico, riabilitativo e si specializza nella preparazione atletica del tennis.

Attualmente è Educatore Fisico, in attività nel campo dell'allenamento funzionale, nello studio del movimento umano e nella ricerca di nuove metodologie didattiche per l'insegnamento scolastico.

È operatore specializzato nell'applicazione del Taping Elastico.

José De Laurentis

Nato a Cordoba, Argentina, si avvicina al movimento attraverso il calcio, il golf e per ultimo, il basket, sport che lo porterà a competere a livello agonistico.

Laureato in scienze motorie all'IPEF in Argentina, ottiene in seguito, presso l'università di Villa Maria Córdoba, Argentina, la specialità in allenamento preventivo e neuromotorio facendo al contempo corsi di neuroscienza applicata allo sport con il Professor Mario Di Santo. Si interessa anche alla letteratura e alla filosofia in generale, e pubblica un libro dal titolo "Pensieri di carta".

Studioso dei processi di lateralità nello sport, del controllo motorio e dell'equilibrio dei sistemi funzionali. È Professore di ginnastica nell'ambito privato, a livello scolastico, e preparatore fisico di calcio e di basket.

Nella FIT ha il ruolo di allenatore fisico di tennis, lavoro che attualmente svolge all'Associazione Tennis Verona.



























BLOG

maggio 18, 2018
LA CAPACITA' DECISIONALE DEL MOVIMENTO

LA CAPACITA’ DECISIONALE DEL MOVIMENTO

Parole chiave: capacità decisionale, movimento volontario, movimento involontario, impulso motorio, motoneurone, organi sensoriali, psicologia sportiva, strategia, emozionalità, lettura del movimento, anticipazione motoria, memoria motoria, engramma, apprendimento. […]
marzo 30, 2018
ATTIVITA’ FISICA E SISTEMA COGNITIVO

ATTIVITA’ FISICA E SISTEMA COGNITIVO

Parole chiave: attività fisica – apparato cognitivo – cognizione umana – ippocampo – coscienza del movimento – capacità decisionale – psico-neuro-endo-crino-immunologia.   INTRODUZIONE Da qualche anno […]
marzo 11, 2018
ANALISI DEGLI ISCHIOCRURALI NEL TENNIS

ANALISI DEGLI ISCHIOCRURALI NEL TENNIS

Parole chiave: posizione di attesa – ischiocrurali – catene muscolari – compensazione – core – engramma motorio.   Tra gli engrammi motori più usato e imprescindibili […]
gennaio 30, 2018
UN APPROCCIO AL SISTEMA "PSI.CO.M."

UN APPROCCIO AL SISTEMA “PSI.CO.M.”

  Borges diceva “che ciò che è buono o eccellente” non appartiene più ad un uomo o a un gruppo di uomini ( come il libro […]
dicembre 29, 2017
CAPIRE IL MULTITASKING

CAPIRE IL MULTITASKING

È la capacità simultanea che ha il cervello di adattarsi e interagire con l’ambiente circostante facendo due, tre o più attività neuromotorie (in differenti piani, in […]
dicembre 27, 2017
LETTERATURA E CONSIDERAZIONI

MEDIATECA

Una galleria di immagini e video che illustrano la nostra visione della preparazione mentale ed atletica. L’attività multitasking del cervello trova una sua naturale applicazione in […]
novembre 24, 2017
CONTROLLO MOTORIO

CONTROLLO MOTORIO

Gli elementi cognitivi sono funzionali per l’apprendimento di nuovi movimenti e per il loro perfezionamento. Più ampio è lo sviluppo della cognizione e più ampia sarà […]
novembre 24, 2017
RISOLUZIONE DEI PROBLEMI

RISOLUZIONE DEI PROBLEMI

Ogni azione motoria umana ha origine nei processi cerebrali che, come in un computer, codificano la risoluzione di un problema (motorio) in un movimento. Il problem […]


























PROGETTI

aprile 29, 2018
GENI, LATERALIZZAZIONE e FLESSIBILITÀ NELLA GINNASTICA RITMICA

GENI, LATERALIZZAZIONE e FLESSIBILITÀ NELLA GINNASTICA RITMICA

Introduzione Il mondo neuromotorio inizia dalla genetica della nostra specie. L’intera storia della neurologia e della neuropsicologia può essere vista come la storia delle indagini sull’emisfero […]
aprile 23, 2018
PROGRAMMA RIABILITATIVO PER IL CROCIATO ANTERIORE

PROGRAMMA RIABILITATIVO PER IL CROCIATO ANTERIORE

WIP – Work In Progress
aprile 18, 2018
NEUROMOVE IN THAILANDIA: IL VALORE UNIVERSALE DELLA COGNIZIONE

NEUROMOVE IN THAILANDIA: IL VALORE UNIVERSALE DELLA COGNIZIONE

Work in progress …
aprile 17, 2018
EFFETTI DEL CORE TRAINING IN CONTESTI STABILI ED INSTABILI

EFFETTI DEL CORE TRAINING IN CONTESTI STABILI ED INSTABILI

(Tesi di Laurea-Conclusione Finale – 2014 – Università Nazionale di Córdoba Argentina  ) Parole chiave: Core training – Allenamento stabilizzatore -Test Stella – Contesti stabili, instabili- […]

EVENTI & NOTIZIE

giugno 4, 2018
COLLABORAZIONE CON KINESIA, CBA ARGENTINA

COLLABORAZIONE CON KINESIA, CBA ARGENTINA

Siamo lieti di annunciare la nuova collaborazione tra Neuromove e Kinesia (terapia del movimento Cba. Argentina) che insieme si impegneranno a progredire lo studio dell’attività sportiva, […]


























CONTATTI

Condividi sui Social
Nascondi