Tecnologia diagnostica come misura preventiva e piano d'azione

La tecnología diagnóstica como medida preventiva y plan de acción

Parole chiave: Misure di prevenzione, Diagnostica per immagini, Osservazione scientifica, Movimento, lavoro interdisciplinare, Tecnologia e Neuroscienze

Introduzione:

Con la scrittura di questo articolo vogliamo parlare della base fisica e delle tecnologie che permettono una diagnosi di lesioni, disturbi e traumi.
Stabilire anche semplici protocolli di azioni preventive, così da guidare i nostri allievi / pazienti / giocatori ed amici, che magari hanno subito un infortunio, verso un percorso riabilitativo consono.

Rassegna storica raggi X

Wilhem Conrad Röntgen, fisico tedesco scoprì i raggi X in 1895, mentre sviluppava un esperimento con un tubo vuoto ed elettrodi per generare corrente ad alta tensione. Egli lo chiamò tubo di Crookes. Questo tubo, quando era vicino a delle lastre fotografiche, portava alla generazione di alcune immagini sfocate. Dopo aver coperto il tubo con un cartone nero per eliminare la luce visibile, si osservò un debole bagliore giallo-verdastro da un schermo con una piastra di platino-cianuro di bario, che scompariva allo spegnersi del tubo. Infatti i raggi creavano una radiazione molto penetrante, ma invisibile, che attraversava grandi spessori di carta eppure metalli poco densi. Dunque usò lastre fotografiche per dimostrare che gli oggetti erano più o meno trasparenti ai raggi X a seconda del suo spessore e così realizzò la prima radiografia umana, usando la mano di sua moglie. Li chiamò “raggi sconosciuti”, o “raggi X” perché, in realtà, non sapeva cosa fossero, solo che erano generati da raggi catodici quando questi si scontravano con certi materiali. In Europa centrale e orientale, i raggi si chiamano raggi Röntgen (in tedesco: Röntgenstrahlen).
Röntgen è stato oggetto di numerosi premi, fino al premio Nobel per la Fisica nel 1901.


La tecnología diagnóstica como medida preventiva y plan de acción

Prima Radiografia; mano della moglie Röntgen, scattata nel 1886.

Dalla epoca che Roentgen scoprì i raggi X, questa tecnologia ha trovato diverse applicazioni in campo medico. in particolare ha reso possibile la nascita di una nuova disciplina:la Radiologia, che si può definire come la specialità medica, che si occupa di generare immagini all'interno del corpo da vari agenti fisici (raggi X, ultrasuoni, campi magnetici, etc).
I raggi X sono particolarmente utili per individuare le malattie dello scheletro, ma vengono anche utilizzati per diagnosticare malattie dei tessuti molli, come la polmonite, cancro ai polmoni, edema polmonare, ascessi.
In altri casi, l'uso di raggi X è più limitata, come nell'osservazione del cervello o muscoli. Le alternative in questi casi sono la tomografia computerizzata, risonanza magnetica nucleare o ultrasuoni.
I raggi X sono utilizzati anche nelle procedure real-time come studi angiografia o contrasto.
I test di diagnosi per immagini in radiologia sono:

Radiografia: È una tecnica con la quale si ottiene una diagnosi mediante le sfumature di grigio che si osservano nell'immagine di una certa area anatomica, quando la si posiziona tra una lastra fotografica e un emettitore di una radiazione ionizzante. Per il rilevamento e il monitoraggio delle lesioni sportive ossee, le radiografie convenzionali sono ancora utili nel caso di evidenti fratture, ma sono insufficienti nella diagnosi di piccole fratture o micro fratture o piccole fratture da stress. Inoltre, la radiografia è lo strumento principale per la rilevazione di scoliosi, lombagie, iperlordosi, ipercifosi e asimmetrie eccessive che portano dolore e a patologie osteoarticolari.


La tecnología diagnóstica como medida preventiva y plan de acción
Radiografia del torace e dell'addome, dove si può apprezzare la marcata curvatura della colonna vertebrale (scoliosi)

Ecografia: Dopo l'applicazione di un freddo gel che funge da trasmettitore, il trasduttore, lo strumento che si trova sulla zona da studiare, emette onde ad ultrasuoni il cui eco è trasformato dal computer in una immagine bidimensionale o tridimensionale.
Sebbene l'ecografia sia tradizionalmente associata ai controlli fetali durante la gravidanza, è anche il metodo principale di diagnostica per immagini del cuore e uno dei test più importanti per lo studio del cervello dei neonati ed è essenziale per la diagnosi e il metodo principale per tenere traccia dell'evoluzione delle lesioni muscolari dirette; cioè, il risultato dell' impatto della massa muscolare contro una superficie dura e l'osso; sono frequenti negli sport di contatto e negli incidenti automobilistici. E le lesioni muscolari "indirette", che altro non sono che ferite risultanti da una forza intrinseca generata da un'improvvisa neuro contrazione muscolare (solo per citare una delle numerose eziologie). La lesione più elementare è l'edema, che si può tradurre come centro di distensione senza rottura fibrillare (“contrattura”) O essere presenti in qualsiasi lesioni data per forze intrinseche; stiramenti, distensioni e diversi gradi di strappi.
Nel caso degli arti inferiori, la ecografia aiuta alla corretta visualizzazione dei problemi venosi o blocchi causati da colpi o traumi e addirittura degenerazione dei tessuti.
Nei pazienti molto obesi è più difficile ottenere immagini ecografiche poichè hanno una maggiore quantità di tessuti (attenua, indebolisce) le onde sonore mentre penetrano in profondità nel corpo e hanno bisogno di tornare al trasduttore per l'analisi.
L'ultrasuono ha difficoltà a penetrare masse ossee e quindi, si può vedere solo la superficie esterna delle strutture ossee e non ciò che è dentro (eccetto i neonati perché hanno più cartilagine nei loro scheletri a confronto degli figli grandi o adulti). Per visualizzare la struttura interna delle ossa o articolazioni si usano abitualmente altre modalità di imaging, come la RMA.La tecnología diagnóstica como medida preventiva y plan de acción

Medico che esegue un'ecografia sugli ischiocrurali di un sportivo

Risonanza magnetica (RM): Normalmente quando si esegue il test il paziente viene privato di qualsiasi elemento metallico, poiché la risonanza magnetica genera una decine di immagini o sezioni di nostra anatomia utilizzando campi magnetici ed onde di radiofrequenza .
Queste immagini sono utilizzate "in molti settori della medicina, come le malattie neurologiche o addominali" con l'intenzione di studiare grandi volumi e diversi livelli di una particolare zona del corpo.
La RM si posiziona come il test più utilizzato per la rilevazione e il controllo degli infortuni sportivi. E 'utilizzato per traumi articolari, legamentosi e tendinosi così comuni nelle pratiche sportive, che possono influire agli arti.

Scanner o tomografia computerizzata (CT): : In questo test diagnostico i raggi X vengono utilizzati per generare immagini a sezione trasversale del corpo, ricostruiti da potenti computer attraverso informazioni inviate dai ricevitori di radiazione ; cioè è un insieme di emissione e cattura , una tipica interazione di quel tessuto con radiazioni elettromagneticha. "Sono fette del nostro corpo, come se ci tagliassero via come una mortadella" con l'intenzione di osservare molte malattie come il cancro o coaguli del sangue.


La tecnología diagnóstica como medida preventiva y plan de acción

Tomografia computerizzata (CT)

Tecnologia e Neuroscienze

La risonanza magnetica (RM), la tomografia computerizzata (CT), elettroencefalogramma (EEG) e magnetoencefalografia (MEG) e il cervello;
Grazie a queste tecnologie, la medicina ha fatto passi da gigante nella ricerca della neuroanatomia e nella comprensione del funzionamento del cervello. Con la risonanza è stato possibile visualizzare l'attività dell'intero cervello, grazie all'aumento del flusso sanguigno, la cui traduzione fa riferimento al fatto che diverse aree anatomiche hanno bisogno di nutrienti per continuare a lavorare: glucosio e ossigeno. D'altra parte, grazie all'EEG "elettroencefalogramma" (il vecchio metodo per rilevare le onde cerebrali) è stata sviluppata la MEG Magnetoencefalografia; registrazione ultra precisa delle minuscole onde magnetiche che accompagnano lo scarico di correnti nei neuroni corticali.
Con queste tecnologie sono state spiegate dinamiche neurali di alcuni fenomeni mentali che fino alla inizio degli anni novanta erano poco chiari. Sono stati in grado di studiare fenomeni come il "salvataggio nella memoria", le emozioni, i sentimenti, i pensieri e il sistema cognitivo (memoria, associazione, epacio autorappresentazione / tempo di presa di decisioni tra gli altri). Questi fenomeni attualmente si ritrovano molto ben spiegati ed ampiamente sviluppati dalla scienza che studia la mente e il cervello.


La tecnología diagnóstica como medida preventiva y plan de acción

Magnetoencefalografía (MEG)

Conclusione:

Come si dice nell'articolo PROGRAMA REHABILITATIVO PARA EL LIGAMENTO CRUZADO ANTERIOR “il movimento è il più bello rischio della vita moderna”. Con movimento si intende lo sport, danze, arti marziali, attività circensi, lavoro, la preparazione atletica e l' educazione fisica.
Sia il movimento che lo stile di vita sedentario sono fattori di rischio; i professionisti che sono in contatto con questi fenomeni della vita di oggi, devono conoscere la portata di queste tecnologie diagnostiche,poco fa menzionate, che consentono il rilevamento e la prevenzione di lesioni, dolore, traumi ; e di conseguenza evitare che questi problemi peggiorino. È chiaro che a questo scopo si deve indagare sulla vita quotidiana del allievo / paziente, ma soprattutto sulla natura, la sensazione, la posizione e la durata del dolore, così come il rapporto che l' allievo ha avuto durante la loro vita con questo sentimento omeostatico. Tuttavia, come molti terapisti e ricercatori del corpo ci hanno insegnato, ci sono dolori osteoarticolari la cui causa non è sul punto di dolore, “…Il male non si trova mai dove il dolore si manifesta “ Francoise Mezieres, strategia di lettura del corpo che è addestrata e perfezionata nel corso degli anni, ei programmi terapeutici e di allenamenti usati. Da questo vengono evidenziati due punti principali:

1- che l'occhio scientifico che ogni insegnante / terapeuta acquisisce attraverso lo studio e l'esperienza è molto importante: Cioè l'osservazione delle tipologie di corpo che esprimono determinati stati sentimentali ed emotive dei nostri allievi. E 2- che l'occhio scientifico può essere affilato e completato dall'accuratezza fisico matematica delle tecnologie diagnostiche e dei professionisti che li gestiscono.

Autori: Maria Jose Ghigo, Laura in bioimmagini. José De Laurentis, Laura in scienze motorie e specialista in attività fisica e salute.

FONTI:

Siti internet: http: // SciELO.conicyt.cl

http: //entrenaenbarcelona.comtipos-de-lesiones-muscularè-e-trattamento

Libri:

“Neuroscienze e Sport”, Stefano Tamorri.
“Catene muscolari; lordosi, cifosi e scoliosi”, Leopoldo Busquets.
“Anatomia per radiodiagnostica”, Ryan Mac Nicola. Eustace.

“Catene muscolari ed articolari ”, Catene relazionali, Philippe Campignion.

Condividi sui Social
Nascondi